"uovo-pasqua-alfredo"

Pasqua 2018? A Treviso: tra arte e buon cibo

Il Ristorante Alfredo, come ogni anno, propone un menù ad hoc, ispirato non solo alle pietanze tipiche della festività, ma anche al singolo palato, offrendo una  vasta gamma di secondi e dolci per tutti i gusti.

 

Antipasti:

Salmone selvaggio affumicato da noi con frutti di cappero e chutney di ananas

Crespella con asparagi di Badoere e ricotta

Primo

Risotto con bruscandoli e sciopeti

Secondo a scelta tra:

Capretto di Alleghe al forno e sella di agnello sardo alla provenzale con patate Alfredo e verdura cotta

Filetto di manzo Enrico IV con contorno di patate

Code di gamberi al curry e riso rosso

Asparagi di Badoere con mimosa

Dolce a scelta tra:

Focaccia pasquale con salsa di gianduia

Mousse al cioccolato con salsa di lamponi

Crema catalana

Gelato di crema con Agricanto

Gelato di limone con liquirizia

Prezzo 60 euro a persona, escluse le bevande

info e prenotazioni: https://alfredoristorante.it/contatti

oppure scrivici ad alfredo@alfredoristorante.it o chiama al +39 0422/540275

 

E dopo il pranzo di Pasqua? Che siate della zona o no, perché non approfittarne della giornata di Pasqua per visitare qualcosa? Da trevigiani, vorremmo offrirvi delle alternative interessanti per trascorrere questa bella festività.

Se vi piacciono le esposizioni, vi proponiamo la visita di alcune mostre in corso durante questo periodo:

Rodin: un grande scultore al tempo di Monet – Treviso, Museo di Santa Caterina (24 febbraio – 3 giugno 2018)

"pensatore-munch-treviso-pasqua"

Edward Munch, “Il pensatore nel giardino del dott. Linde”, Museo Rodin, Parigi, 1907

La mostra, che si articola in tre sale, è allestita nel meraviglioso complesso di Santa Caterina, antica residenza dell’ordine dei Servi di Maria, ultimo ordine conventuale a stabilirsi a Treviso, verso la metà del XIV secolo,  dopo Francescani e Domenicani. Oltre all’esposizione, che vede la partecipazione di un cospicuo numero di sculture del maestro francese – si noti il calco del famoso Pensatore – e di un interessantissimo olio di Munch, il visitatore può aggirarsi tra le sale del Museo Civico, scoprendo così i tesori custoditi nella sua collezione permanente.

Per info e prenotazioni:http://www.lineadombra.it/ita/mostre/rodin/rodin/rodin-introduzione.php

Omaggio a Gino Rossi – Treviso, Museo Luigi Bailo (24 febbraio – 3 giugno 2018)

"Gino-rossi-treviso-bailo"

Gino Rossi, Giuseppe Dall’Arche, “Primavera in Bretagna, Treviso, Museo Civico Luigi Bailo, 1909 ca.

La retrospettiva rende, come già esplicito nel titolo, omaggio al grande ma purtroppo non conosciutissimo pittore veneziano, Gino Rossi e viene realizzata in concomitanza alla mostra su Rodin. L’opera di Rossi, già presente al Bailo con 10 tele, viene arricchita da un’ulteriore dozzina di opere provenienti da svariate collezioni private. L’esposizione propone ai visitatori un percorso atto a configurare la vicenda artistica di un pittore che sviluppa il suo linguaggio figurativo attraverso una mirata conoscenza dei protagonisti del simbolismo europeo come, ad esempio, Gaugin e la scuola di Pont-Aven.

Per info e prenotazioni: http://www.museicivicitreviso.it/index.php?it/22/gli-eventi/283/omaggio-a-gino-rossi-la-nuova-mostra-al-museo-bailo

Arturo Martini: capolavori del Museo Luigi Bailo – Treviso, Museo Civico Luigi Bailo (24 febbraio – 3 giugno 2018)

Le esposizioni nelle sale del Bailo non si esauriscono con le opere di Rossi; i visitatori possono altresì ammirare numerose opere dello scultore Arturo Martini, artista trevigiano contemporaneo e amico di Rossi.  Il Bailo dipana quasi 140 opere fra terrecotte, gessi, sculture in pietra, bronzi, opere grafiche, pitture e ceramiche del grande maestro. Una collezione unica al mondo per quantità e qualità, che continua ad arricchirsi: l’arrivo della più recente acquisizione – un Busto d’uomo – è infatti di pochi mesi fa. Ed è proprio grazie alla presenza di Martini a Treviso che il museo Rodin di Parigi ha privilegiato la nostra città per concludere il ciclo di mostre in onore del centenario dalla scomparsa dello scultore francese.

"martini-treviso-donna-nuota-bailo"

Arturo Martini, Donna che nuota sott’acqua (bozzetto), Treviso, Museo Civico Luigi Bailo, 1941-42

Per info e prenotazioni: http://www.lineadombra.it/ita/mostre/arturo-martini/martini/martini-introduzione.php

Andy Warhol Superstar! – Treviso, Casa dei Carraresi (11 novembre 2017- 01 maggio 2018)

"andy-warhol-fifteen-minutes-of-fame"

“Nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per quindici minuti”
Una frase sempre più attuale al giorno d’oggi, quando una foto pubblicata su Instagram potrebbe renderci virali in un battito di ciglia.

Uscendo dalla sfera di Rodin e collaterali, consigliamo la visita, a chi vuole cambiare genere e secolo, dell’esposizione su Andy Warhol. La mostra, organizzata in occasione del trentennale dalla morte di Wahrol,  è ospitata dalla prestigiosa sede di “Casa dei Carraresi”, antico palazzo nel cuore di Treviso, sede della Fondazione Cassamarca ed un tempo adibito ad hospicum per i funzionari della famiglia Da Carrara durante il breve periodo della loro dominazione di Treviso alla fine del XIV secolo (da qui il nome).

Attraverso il percorso espositivo avrete modo di osservare più di 40 opere opere dell’artista americano, tutte provenienti da collezioni private. L’esposizione si pone come obiettivo l’analisi di un concetto molto presente nell’opera di Warhol, quello della “fama”. L’artista, come noto, usando le effigi di importanti personalità coeve, le trasforma in simboli, andando ad eliminarne l’ “umanità” per trasformarle in mito senza tempo. L’esposizione, inoltre, si arricchisce di numerosi contributi multimediali, invitando il visitatore a entrare nel clima della New York degli anni ’60 e ’70. Si va dalla ricerca frenetica dell’icona Pop, all’ atmosfera informale della Factory fino al glamour dello Studio 54, con le personalità che hanno reso mitico quel periodo artisticamente rivoluzionario.

Per info e prenotazioni: http://www.casadeicarraresi.it

Le cose da vedere a Treviso non si esauriscono qui; infatti per chi non ama visitare mostre e musei consigliamo una bel giro per i viottoli medievali, una sosta presso il meraviglioso angolo dei Buranelli oppure una bella passeggiata in Riviera Margherita!

….e Buona Pasqua a tutti voi!!

"staff-alfredo-treviso-barcellona-viaggio"

Da Barcellona con passione! Viaggio di piacere nella capitale catalana

Cari amici, nel mese di gennaio il Ristorante Alfredo ha organizzato un viaggio a Barcellona, ma non un viaggio qualunque, bensì un viaggio di “piacere” perché proprio di piacere si è trattato. Il piacere di andare a scoprire, vedere ed assaggiare cibi e vini tipici di una terra, quella Spagnola, che negli ultimi anni ha fatto dei suoi vini e dei suoi prodotti gastronomici un simbolo distintivo e di gran qualità.

"nicola-birra-barcellona"

Nicola prende appunti a modo suo

 

 

"Chef-appunti-barcelona-alfredo"

Lo chef massimo prende appunti

La cucina spagnola è piena di colori e sapori speziati ed è proprio nelle tapas e nei pintxos che si può ammirare e assaporare colori e sapori dai contrasti ricercati e raffinati.

L’origine delle tapas viene fatta risalire al diciannovesimo secolo in Andalusia dove la regola principale è rimasta inalterata nei tempi: non si mangia mai da soli. Le tapas richiedono convivialità ed è proprio nello scambio che è racchiuso il segreto per conoscere nuova gente ed è per questo che sono per gli Spagnoli un vero e proprio stile di vita e se ne possono declinare all’infinito. La nostra filosofia dei cicchetti veneziani ha molti punti in comune con la loro, primo fra tutti il concetto di condivisione: una scelta non solo  gastronomica ma quasi spirituale. In questo menù abbiamo cercato di scegliere alcuni dei piatti che ci hanno più colpiti rivisitandoli con l’inconfondibile tocco del Ristorante Alfredo.

 

ragazze-metro-barcellona

Le ragazze dopo una bottiglia dopo una bottiglia di Lopez de Haro, ottimo rioja che potete trovare da noi in Ristorante Alfredo

"barcellona-spiaggia-staff-alfredo"

Alla ricerca della felicità

 

Nel nuovo menù, avrete quindi l’opportunità di assaggiare:

I chipirones:

I chipirones sono dei calamari spillo di dimensioni molto ridotte, possono essere mangiati interi e hanno bisogno di poco tempo di cottura perché devono rimanere abbastanza morbidi dentro. E’ un piatto diffusissimo in tutta la Spagna; in Ristorante Alfredo viene servito con una mostarda ai friggitelli.

"chipirones-alfredo-barcelona"

I nostri chipirones con mostarda

Crostoni di pane con polpo:

Questa tapa è una nostra variazione del famosissimo polpo alla gallega; il polpo non viene servito sul tradizionale letto di patate, ma viene adagiato su crostoni di pane de cristal e accompagnato da rucola fresca.

"polpo-crostoni-alfredo-barcelona"

I crostoni con il polpo

Lonza di Bellota con puntarelle e chupito di sangria bianca:

L’idea di proporre questo piatto viene dalla visita all’azienda Moniberic, situata a pochi km dal centro di Barcellona. Grazie al loro gentilissimo staff, abbiamo avuto la possibilità di assaggiare innumerevoli prodotti, sapientemente illustrati da Marco, il quale ci ha trasmesso – grazie alla sua energia e competenza – l’amore per questi cibi. Oggi quindi proponiamo Lonza di Bellota (ovvero ricavata da maiale che si nutre solo di ghiande), aggiungendo il tocco delle puntarelle ed accompagnata da un chupito di sangria bianca [nome + foto ] prodotto di nicchia della zona catalana.

"lonza-bellota-puntarelle-chupito-sangria"

La lonza con puntarelle e sangria

Insalata di rape rosse in agrodolce con rucola, mango e formaggio caprino: 

L’ispirazione per questo piatto viene da un locale particolarissimo – nel pieno centro di Barcellona – dove vengono proposti solo piatti vegetariani e coloratissimi! E’ un’insalata perfetta per la bella stagione, leggera ma gustosa allo stesso tempo!

"insalata-rape-rosse-mango-rucola-alfredo-treviso"

La nostra insalata nel suo piatto di portata

Che dire? Vi aspettiamo per farvi assaggiare tutte queste – ed altre ancora – novità che il Ristorante ha preparato per voi!

……..e la ricerca continua in una nuova città! Quale sarà la prossima? Scrivetecelo nei commenti, le nostre mete saranno le vostre :)!

 

Seguici anche sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/ristorantealfredo1961

 

 

"festa-birra-alfredo-treviso"

Alfredo Marsen Birren Fest!! 2 Marzo 2018

Cari amici, come da annuale tradizione, anche quest’anno il Ristorante Alfredo è felice di organizzare la festa della birra, che nel 2018 prende il nome di Alfredo Marsen Fest! Venerdì 2 marzo 2018 avrete l’occasione di gustare una cena completamente tedesca completa di ricca selezione di antipasti, primi e super buffet! …il tutto ovviamente innaffiato da ottima birra Menabrea presente in tre diverse tipologie: bionda, ambrata e scura!

Che dire? Vi aspettiamo per una bevuta in compagnia!

"festa-birra-alfredo-treviso"

Ecco a voi il menù:

Antipasten 

Speck della Schwarzwald mit cetriolinen

Brat Wurstel mit Senapen und Krauten

Prosciutten cotto in Krosten

Primen 

Pasta und fagiolen von die Lamon Crucchen

Raviolen di Kartoffeln und formaggen

Buffet 

Goulash del Panzon di Massimo mit Kanederlen

Stinko di maiale von Arturo

Salsiccen affumicaten al Rosmarino

Kostesinen von Franz

Kartoffeln mit Formaggen un roten Rapen

Trippen in umiden

Dessert 

Paciugo Eis und Biscotten

 

Per info e prenotazioni: 0422540275 oppure contattaci alla nostra mail alfredo@alfredoristorante.it

"Zavattarello-landscape"

Breve viaggio a Zavattarello alla ricerca dei sapori dell’Oltrepò Pavese

“La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella”
(Anthelme Brillat-Savarin)

 

Abbiamo deciso di iniziare il 2018 con una grande ambizione: andare alla ricerca dei cibi esattamente nel loro luogo d’origine. Non potevamo fare a meno di partire da Zavattarello, perla dell’Oltrepò Pavese nonché terra natia di nostro padre Arturo.

Scorcio di Zavattarello

Zavattarello, dominato dal duecentesco castello dei Conti Dal Verme e giustamente inserito tra i 100 borghi più belli d’Italia vanta oltre ad una bellezza antica, una straordinaria tradizione culinaria frutto dell’eccezionale posizione geografica in cui esso sorge: esattamente nel punto di incontro tra la Lombardia, il Piemonte, l’Emilia e la Liguria; zona del Nord Italia non a caso denominata “Quattro Regioni”.

Il castello dei Dal Verme

Frequentando le tavole dei Zavattarellesi si potranno assaggiare molteplici prelibatezze; dai ravioli ripieni di brasato ai pisarei e fagioli, dal Batarò ai salumi; è proprio di quest’ultimi infatti che vogliamo parlare. Nei laboratori della zona ne vengono preparate svariatissime tipologie, di diverse dimensioni, forme e tagli.

Lo staff del Ristorante Alfredo, dopo un’accurata selezione frutto di svariate visite (ed assaggi!) in diversi salumifici, ha deciso di proporre tra i piatti del mese il Guelfino di Valverde con gnocco fritto e giardiniera di verdure, piatto che a sua volta vuole proporsi come omaggio alle “Quattro Regioni” in quanto composto da elementi provenienti da queste terre: se il gnocco fritto è emiliano, il guelfino è lombardo mentre la giardiniera è una pietanza tipica della tradizione piemontese.

Ma cos’è il Guelfino?

Il Guelfino di Valverde è un salume, simile al cacciatorino, facente parte della grande famiglia dei rinomati  Salami di Varzi. Viene ottenuto con carni scelte di suino italiano e stagionato con sale marino, pepe in grani, infuso filtrato di aglio e vino. Di piccolo formato, si serve affettato previa  rimozione del budello protettivo.

Nicola, il Re dei salami

Guelfini a stagionare nel salumificio di Valverde

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi saperne di più su questo stupendo borgo e sulla sua cucina tipica?  Lascia un commento, saremo felici di rispondere alle vostre curiosità 🙂 🙂